Ho scritto un libro, che fare?
Ho scritto un libro, che fare?

Ho scritto un libro, che fare?

nuvola di parolePiccolo vademecum per l’autore in cerca di un editore e per l’autore felicemente pubblicato

Il percorso che parte dalla stesura di un libro alla sua pubblicazione è irto di ostacoli. Benché in Italia ci siano migliaia di piccole e medie case editrici, le possibilità di essere pubblicati senza alcun contributo da parte dell’autore non sono molte. Spesso è la qualità dell’opera che determina l’istantaneo scarto, ma anche se l’italiano è decente e la trama regge non è così immediato essere presi in considerazione da una casa editrice che faccia seriamente il suo lavoro e non si limiti a stampare, dietro compenso più o meno mascherato, qualche centinaio di copie. E non parliamo solo delle grandi realtà come possono essere Mondadori o Feltrinelli. Neppure le medie e le piccole sono mete facilmente raggiungibili, vuoi perché sommerse quotidianamente da manoscritti, vuoi perché hanno un catalogo ridotto che punta solo su certe tematiche. Se pensiamo quindi che il lavoro sia solo quello della scrittura, ci sbagliamo.

Nei miei articoli vorrei proporre delle osservazioni di carattere generale su come confezionare al meglio il nostro romanzo senza incappare negli errori più comuni, quindi illustrare come procedere alla fruttuosa ricerca di un editore e infine esporre le linee guida per promuovere il nostro libro.

Mi aiuterò nelle spiegazioni usando alcune immagini che mostrino chiaramente le operazioni da compiere per correggere un testo o impaginarlo usando i più comuni word processor come Microsoft Word o OpenOffice.

Vorrei portare inoltre anche la mia esperienza personale con case editrici e agenzie letterarie, senza fare nomi perché non mi piacciono le black list che spesso si trovano su Internet. Trovo che sia giusto riferire le proprie esperienze per mettere in guardia gli altri su quello che può accadere, ma non demonizzare qualcuno che magari non è stato troppo corretto solo con me…